Il bamboo è una pianta incredibilmente resistente che viene utilizzata da millenni per la realizzazione di utensili e mobili. Oggi possiamo installare nelle nostre case un parquet in bamboo che restituisce un incredibile bellezza al nostro pavimento.

Il bamboo che si utilizza nella realizzazione dei pavimenti è un prodotto naturale duro, persino più duro della quercia o dell’acero. Estremamente denso ed elastico, il bambù è resistente agli urti. È anche molto leggero, motivo per cui viene trasformato in utensili e mobili. Si contrae poco e si espande molto meno di altri prodotti. Molto stabile, non si deforma. I pavimenti in bamboo sono fatti dunque per durare a lungo.

Chi li sceglie lo fa non solo per la loro bellezza ma anche per una certa “sostenibilità ecologica“. Le piante di bamboo, originali dell’ Asia, sono molto veloci nella crescita, tanto che bastano 4 anni dall’ inizio della semina per il taglio dei gambi di bamboo che vengono poi decorticati in una sottile lama di 15 x 5 mm. Gli alberi utilizzati per il legno di altri tipi di parquet impiegano anche 20-30 anni per crescere. Questo fa capire la differenza. Ovviamente vanno scelti prodotti di provenienza certificata e garantita, ad esempio ISO 9002.

La grana delicata e le tonalità tenui (al naturale ha un colore marroncino chiaro tendente all’ arancio) rendono il bamboo un prodotto naturale molto elegante. Le tavole di bamboo che si utilizzano per il parquet sono costituite da doghe, orizzontali o verticali, protette da tre strati di uretano o a base di ossido di alluminio.

parquet-bamboo-camera

Caratteristiche parquet bamboo

Il bambù non trattiene l’umidità ed è resistente agli insetti e alle muffe. Oltre ai pavimenti in bamboo, ci sono tappeti decorativi, piccoli tappeti disponibili in colori naturali, molto attuali. Per questo viene apprezzato per l’utilizzo in ambienti umidi come il bagno oppure a bordo di vasche idromassaggio, mini piscine all’ aperto.

L’installazione del parquet in bamboo non è un compito difficile da realizzare, dato che alcuni produttori offrono doghe in bambù verniciate e trattate, il che riduce i tempi e i costi di installazione. Ad esempio, l’installazione di rovere o acero richiede altri passaggi aggiuntivi, come la levigatura, verniciatura e colorazione. Per la posa del pavimento in bamboo si consiglia vivamente di rivolgersi a uno specialista , un parquettista competente nel settore.

Il parquet bamboo flottante non ha bisogno di colle, mentre quello massello è inchiodato al pavimento o incollato. Il parquet bamboo inchiodato è la tecnica di installazione più tradizionale. Il principio è molto semplice. Come suggerisce il nome, si tratta di inchiodare le lame su parti sigillate. Queste sono incollati alla lastra di cemento o inchiodati ai travetti. Successivamente, i travetti vengono fissati a un sottofondo isolante.

pavimento-bamboo
Questa tecnica permette di avere un parquet durevole e resistente. Offre anche un buon isolamento acustico e termico sotto il parquet. Nel caso di un’installazione incollata, questa tecnica può rendere il pavimento più solido.

Contrariamente alla credenza popolare, il pavimento in bamboo è disponibile in diversi stili e modelli. Sono disponibili diverse tonalità ottenute grazie ai vari processo con cui viene trattato.

  • Parquet bamboo carbonizzato: di colore molto simile al “noce”, viene cotto ad alte temperature.
  • Parquet bamboo sbiancato : tonalità molto chiara per renderlo simile al colore del miele.

Parquet bamboo Pro e Contro

Oltre alla sua già citata ecosostenibilità, al netto delle colle che vengono usate per fissarlo al pavimento, è molto resistente all’ umidità . Come già specificato, il bambù è un materiale che ha proprietà imputrescibili. Può quindi resistere a umidità, liquidi e gocce. È quindi il parquet ideale da installare in una cucina o in un bagno. Tutte queste qualità rendono i pavimenti in bamboo ideali per una terrazza .

E’ un materiale che non raccoglie polvere o acari. È quindi il pavimento ideale per chi soffre di allergie. Si noti che potrebbe contenere alcune sostanze tossiche, come vernici e tinte, che potrebbero non essere adatte a determinate persone sensibili.

Se desideri rinnovare il pavimento in bamboo dopo molti anni è molto semplice. Ad esempio, se hai graffi o scolorimenti, carteggia semplicemente il rivestimento superiore e aggiungi un nuovo strato sulla superficie. Per avere una protezione efficace, il bamboo può anche essere ricoperto con più strati di finitura. Optando per questo tipo di parquet, non avrai più bisogno di cambiarlo.

struttura-parquet

Parquet bamboo prezzi

Il prodotto in bambù è competitivo, ma varia a seconda del tipo di trattamento e realizzazione. Quello incrociato, STRAND WOVERN, costa leggermente di piú. I prezzi variano da 22 a 30 euro al mq per i prodotti economici.

Si sale fino a 45 euro al mq per prodotti di qualità e trattati con processi di carbonizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*